Luigi Bay

Ricordato dal pronipote Aldo Tanchis.

Nato il 31 maggio 1845 a Lodi, da Gaetano Bay, ingegnere, e Giuseppina Bianchi Gonzaga. A Lodi, i Bay nel 1847 ospitarono il giovanissimo patriota bresciano Tito Speri, uno dei “Martiri di Belfiore” impiccati dagli austriaci nel 1853.

Luigi lasciò Lodi a nove anni, forse per entrare in un collegio militare. Nel 1860, neanche quindicenne, fuggì da un collegio di Bergamo per arruolarsi con i Mille.

Di recente è stato riportato alla luce l’epistolario dei genitori con l’organizzatore della spedizione, Agostino Bertani. Luigi fu ferito a Palermo. Combatté ancora con Garibaldi sino al 1866.

Tornato alla vita civile, si trasferì a Nuoro intorno al 1877. Lavorava alla Banca Agricola Sarda, come testimonia la sua firma su alcuni buoni emessi da quell’istituto. Nel 1885 sposò Angelica Sequi, di Orotelli, con la quale si trasferì a Silanus, dove visse sino alla morte, nel 1934.

Alto circa un metro e novanta, a Silanus è ricordato anche per aver “importato” la lepre in salmì e la cotoletta alla milanese.

.

Notizie in primo piano

Eventi e News

MUSEI GARIBALDINI – CHIUSURA TEMPORANEA

CHIUSURA MUSEI - SEZIONE IN CONTINUO AGGIORNAMENTO a partire dalle 14.00 del 26 febbraio 2021 nel comune di La Maddalena, che comprende anche l’isola di Caprera, con ordinanza del sindaco viene istituita la zona rossa per una durata di 7 giorni, prorogabile di altri...

leggi tutto

#danteacaprera

Il 2021 è l’anno di Dante. Il 25 marzo, data che gli studiosi riconoscono come inizio del viaggio nell’aldilà della Divina Commedia, viene ricordato in tutta Italia e nel mondo il genio di Dante. Per celebrare i Settecento anni dalla morte del Sommo Poeta, uno dei...

leggi tutto

APERTURA MUSEI GARIBALDINI

Da lunedì 8 febbraio, la Sardegna è in zona gialla, i Musei Garibaldini riaprono al pubblico, in ottemperanza alle nuove misure di contrasto e contenimento dell’emergenza epidemiologica da COVID-19 e nel rispetto delle norme di sicurezza previste nella gestione degli...

leggi tutto