Pasquale La Via di Villarena

Ricordato dal pronipote Massimo la Via.

Figlio del marchese Giuseppe, nasce a Palermo nel 1826, quindi si sposta con la famiglia a Napoli, dove Pasquale segue la carriera militare.
Nel 1860 è Capitano presso il Forte del Castel dell’Ovo in Napoli. All’arrivo di Garibaldi a Napoli, arresta il Comandante del Forte e libera i militari.
Si incontra con il Generale il 9 settembre e lo conduce al Forte, dove si intrattiene “lunga pezza” con lui.

Dato per morto nella battaglia del Volturno, corre a casa dalla madre, già in lutto. Gli apre il fratello Nicola, che gli urla “traditore!” e gli spara, ferendolo di striscio. Pasquale sfodera la sciabola e solo l’intervento della madre evita il peggio. Partecipa alla guerra del 1866 come Capitano, distinguendosi nella battaglia di Custoza, anche per un duello a cavallo alla sciabola con un ufficiale austriaco.

Fedele agli ideali di una Italia unita, liberale e Repubblicana, a fine campagna si dimette, non accettando di servire sotto i Savoia, a differenza del fratello Nicola e del nipote Giuseppe, che da fedelissimi dei Borbone diventeranno fedelissimi dei Savoia!

.

Notizie in primo piano

Eventi e News

2 E 3 SETTEMBRE CONVEGNO AL COMPENDIO GARIBALDINO

Il 2 e 3 settembre nella suggestiva cornice del Compendio Garibaldino di Caprera si terrà la conferenza dal titolo “L’isola da rifugio a centro propulsivo di idee e azioni. Riflessioni a 140 anni dalla morte di Giuseppe Garibaldi.”  L'evento, che si articolerà in due...

leggi tutto